«

»

Mar 28

Stampa Articolo

Contro tutte le barriere architettoniche, sensoriali e mentali : Un progetto di Teatro Sociale a scuola – IRIFOR Marche – 27 Marzo 2018

Contro tutte le barriere architettoniche, sensoriali  e mentali: Un progetto di Teatro Sociale a scuola.

progetto teatro scuola_MC

Si è svolta ieri, martedì 27 Marzo 2018, la restituzione teatrale dal titolo  “Noi e.. quelle barriere invisibili” presso la Scuola Primaria Fratelli Cervi, frutto del progetto “Lo Specchio riflesso-(Dis)Abilità a confronto” promosso dall’ I.ri.fo.r. -Istituto per la Ricerca la Formazione e la Riabilitazione Onlus, Sede Regionale Marche, in collaborazione con l’UICI – Consiglio Regionale Marche  e sotto la conduzione di Chiara Laurenzi, operatrice di Teatro Sociale.

Il progetto, della durata complessiva di tre mesi e mezzo, ha coinvolto le due classi quarte dell’Istituto,  vedendole protagoniste del processo laboratoriale e affrontando i temi legati alle disabilità, con maggiore interesse verso quella visiva.  Infatti, attraverso i giochi di ruolo, le dinamiche di scambio e di relazione con l’altro, l’espressione corporea e vocale e soprattutto un’ampia dose di creatività ed immaginazione, gli alunni e le alunne sono stati attori e attrici di un percorso fatto di storie, difficoltà, famiglia e amicizia, ma soprattutto di grande resilienza difronte l’indifferenza delle persone.

Le storie portate in scena sono state due, rappresentate davanti al pubblico delle classi terze e alle loro rispettive insegnanti, e il filo rosso della giornata “quali sono le barriere che ostacolano? Come affrontarle nel quotidiano nelle nostre città?  Come cambiare la visione delle persone indifferenti e non curanti rispetto a certe problematiche?”. La risposta, al termine della restituzione, è stata oggetto di discussione tra i piccoli spettatori, che hanno preso parte al dibattito creato in classe in maniera molto partecipativa: “ Bisogna aiutare tutte le persone che sono in difficoltà”, ha detto una bambina alzando la mano, “non come le persone che erano presenti nelle storie!”. E alla domanda “Quali sono le difficoltà incontrate dai protagonisti delle storie che avete appena sentito raccontare?”, una bambina ha risposto “Non solo quelle per strada, ma anche le persone indifferenti che facevano finta di niente” “Sono loro il vero problema”.

Dunque, un modo diverso di vedere le cose attraverso un linguaggio prezioso e diretto come il Teatro Sociale, in cui tutti, nessun esclusi trovano  la sua maggiore forma di relazione con l’altro , ma soprattutto, una forma di espressione altra, che se coltivata nel tempo genera nella persona civiltà, scambio con l’altro da me e straordinaria creatività.

Una giornata, questa, ricca di emozioni per tutti e per tutte, grandi e piccoli !

Un grazie particolare va a tutte le insegnanti che hanno preso parte al progetto, sostenendolo e supportandolo fino alla fine e a Chiara Laurenzi che ha condotto gli incontri con competenza e professionalità.

Locandina iniziativa

Permalink link a questo articolo: http://www.uicmarche.it/contro-tutte-le-barriere-architettoniche-sensoriali-e-mentali-un-progetto-di-teatro-sociale-a-scuola-irifor-marche-27-marzo-2018/